Adattamento alla dieta chetogenica

Adattamento alla dieta chetogenicaOrmai la dieta chetogenica è un argomento noto a tutti, anche se spesso con qualche lacuna riguardo il suo reale scopo. Per semplicifare, si può dire che questo regime alimentare è stato ideato epr ridurre al minimo l’apporto di carboidrati, ovvero la fonte principale di energia per il tuo corpo, così da auemntare il numero di cellule di grasso.

Il principio alla base è quiendi quello che, quando i carboidrati calano, il tuo corpo è costretto a bruciare tutte le scoert di grasso immagazzinate, così da usare queste ultime come fonte principale di energia per funzionare. Il risultato, come puoi immaginare, è una eprdita di peso drastica.

Per molti individui che l’hanno provata, questa dieta è stata un vero e proprio punto di svolta che ha migliorato drasticamente la loro vita. Altre persone, invece, si sono dette insoddisfatte. Insomme, come per tutit i regimi alimentari, l’unico modo per capire se può rivelarsi perfetta per le tue esigenze è quella di metterla alla prova. Tuttavia è normale chiedersi come andrà a reagire il tuo corpo. Del resto, non è facile per l’organismo doversi adattare ad un regime alimentare così diverso, che lo porterà a dover addirittura cambiare la sua fonte principale di energia!

Come si adatta il tuo corpo alla dieta chetogenica?

Per adattamento alla dieta chetogenica, spesso riferito anche come adattamento ai grasis, si intende il processo durante il quale il tuo corpo si abitua ai cambiamenti di questo regime alimentare. Sicuramente la rivouzione maggiore consiste nel cambio della fonte di energia, che passa ad essere il grasso invece dei carboidrati.

Quando si parla di cheto, ci si riferisce ai chetoni, composti da molevole idrosolubili che il tuo corpo produce in modo naturale. Il loro scopo è quello di metbaolizzare i grassi, e vengono prodotti in grandi quantità quando i tuoi corpi asusmono pochi carboidrati. Naturalmente, i chetoni vengono usati come forma di energia per alimentare molti dei tessuti del tuo corpo, incluso il cervello.

Come si adatta il tuo corpo alla dieta chetogenicaQuando raggiungi lo stato di chetosi, il tuo corpo, compreso il tuo coervello ed i tuoi organi, iniziano il processo di adattamento a questo regime. Per molti individui, questo processo di transizione non è molto piacevole. Non è infatti raro che si verifichino condizioni avverse, cosiddette malatti da cheto. Questo include senso di fatica continuo, debolezza, giramenti di testa, incapacità di concentrarsi, mal di testa, irritabilità, crampi muscolari e nausea.

Si tratta comunque di una situazione temporanea, che si manifesta ing enere pochi giorni dopo aver iniziato la dieta chetogenica. È impossibile stabilire a priori dopo quanto tempo il tuo organismo si sarà adattato perfettamente alla nuova condizione. Tuttavia, questo periodo di transizione non motlo fortunato difficilmente dura più di 10 giorni. Dopo questa finestra temporale, al contrario, sono in molti a sentirsi improvvisamente bene. I livelli di concentrazione e benessere mentale tornano al massimo, e si riscoprre un rinnovato senso di energia.

Alla fine delal seconda settimana, o al maassimo alal terza, il tuo corpo ha ormai concludo la maggior parte del suo proceso di adattamento ed è in grado di trarre energia dai grassi. A questo punto, molti dicono di non soffrire più di attacchi di fame, ma anzi di sentirsi sempre peini di energia.

Potrsti non accorgeretene, ma anceh dopo 2 o 3 settimane il tuo corpo continua a subier dei cambiamenti. Per esempio, diventa in grado di conservare un numero maggiore di proteine, e se ti alleni con regolarità potresti riconsocere un minore acido lattico alla fine di ogni sessione. Questo ovviamente si traduce in un minore senso di fatica.

In generale, il processo di adattamento alla dieta chetogenica può dirsi concluso dopo 12 settiamne. Come già accennato, si tratta di tempistiche assoltuametne soggettive. Non esiste un calendario preciso dei tuoi stati emntali e fisici che dovrai sopportare prima di ottenere il risultato sperato. Tuttavia, se ti sembra che il malessere generale stia durando un po’ troppo, è sempre consigliabile rivolgersi ad un emdico e spiegare la tua condizione.
A quel punto, la dieta chetogenica potrebbe non essere adatta a te. Oppure, magari stai seguendo questo regime alimentare in modo scorretto.

Per evitare danni al tuo organismo, quindi è consigliabile sempre rivolgersi ad un nutrizionista e saper ascoltare quello che ci comunica il nostro organismo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui