La solitudine ha molte facce. Come posso affrontare la solitudine?

La solitudine ha molte facce. Come posso affrontare la solitudine

Spesso quando pensiamo alla solitudine e tutto ciò che essa porta con sé, pensiamo anche alle persone che sono molto più avanti con l’età, che magari sono rimaste senza il proprio partner e lo associamo sicuramente alla vecchiaia, al momento quando uno sta arrivando alla capolinea della propria vita.

Però dobbiamo anche capire che si tratta di un fenomeno moderno che influisce sempre di più sulle persone anche molto giovani. Vediamo un attimino di cosa si tratta esattamente, come si può affrontare, e che tipologia di solitudini esistono effettivamente al mondo in modo tale da poter anche capire meglio di cosa si tratta in maniera dettagliata.

Diverse tipologie

Prima di affrontare un tema del genere bisogna anche capire di cosa si tratta esattamente. Quando parliamo della solitudine, dobbiamo capire che si tratta di un problema che può colpire sia i giovani che i vecchi, che può essere un uno stato di vita una cosa fatta per la scelta, uno stato che può capitare perché non abbiamo trovato un partner, oppure uno stato che può capitare anche mentre siamo in un matrimonio. Si tratta di una mancanza di effetti personali e relazioni con le altre persone, purtroppo di un isolamento da parte della persona verso l’ambiente esterno e tutte le persone che possono circondarci. Vediamo un attimino quali tipologie possiamo distinguere la solitudine:

Diverse tipologie

  1. Per scelta – prima di tutto si tratta di una scelta personale non una cosa imposta dalla nostra vita, dove una persona da sola decide di evitare le relazioni con gli altri trovandosi proprio a proprio agio a stare sempre da soli, nel mantenere un una distanza rispetto alle altre persone. Tutto ciò purtroppo non va confuso con la parola di autosufficienza e indipendenza perché non tutti quelli che vivono da soli possono essere considerati in solitudine oppure indipendenti. Significa che la solitudine non vuol dire abitare da soli senza nessuno ma vuol dire più che altro uno stato che ci siamo imposti dentro il nostro cervello e dentro la nostra psiche in modo tale da vivere solamente per noi stessi anche se siamo circondati da molte persone
  2. Come seconda cosa possiamo distinguere la solitudine da single – vuol dire che le persone decidono di non creare una famiglia allargando la propria vita all’età adulta, ma vogliono continuare la vita da soli. In questo modo si danno la possibilità di espandersi in maniera professionale senza dover pensare anche alle altre persone
  3. Come terza soluzione possiamo anche parlare di una solitudine all’interno di un matrimonio – vuol dire che anche se magari siamo sposati, viviamo una relazione oppure un matrimonio tutto ciò non vuol dire che è al nostro interno cioè all’interno del nostro cervello e la mente non ci sentiamo completamente da soli oppure divisi dall’altra persona. Questa è una cosa che non dovrebbe esistere perché comunque influisce in generale sulla coppia. Sicuramente si devono affrontare diversi problemi

Come potevamo notare ci sono davvero tantissime tipologie e diversi stati di solitudine che possono essere anche associati al nostro stato d’animo. Molto spesso non si sa ma tantissimi individui che hanno paura di solitudine oppure ne soffrono hanno anche dei problemi che si devono purtroppo affrontare con degli psicologi per poter vivere la quotidianità in maniera del tutto tranquilla

Come trovare una soluzione

Molte persone si chiedono come può essere affrontato un problema del genere e se esistono veramente delle soluzioni che ci possono dare una mano per quanto riguarda la solitudine. Assolutamente la risposta è positiva su questo quesito e ci sono tantissime persone che grazie alla propria volontà e i propri sforzi riescono:

  • sia relazionarsi con gli altri ma anche
  • a cambiare la propria mente
  • facendo sentire se stessi la parte di un gruppo e non solamente come individui unici

Come trovare una soluzioneIn questo modo parliamo sia delle persone che hanno già una famiglia, amici oppure conoscenti ma anche alle persone che comunque sono abituati a vivere da sole e senza nessuno. Dovete capire che vivere vicino alle altre persone sicuramente ci dà una sicurezza in più, una forza e un conforto. Magari se non avete mai provato una relazione del genere non sapete neanche cosa vuol dire. Ma non è una cosa difficile da raggiungere perché comunque ci può portare la gioia, la felicità e non c’è bisogno di essere sempre da soli. Abbiamo capito che è inutile fingere di essere felici quando si è da soli se magari dentro di noi ci si sente depressi. A volte la solitudine può essere proprio un sintomo di una depressione molto più profonda e per questa ragione è giusto sperimentare per vedere se uno si trova meglio con altre persone oppure c’è bisogno di andare direttamente da uno psicologo per poter riequilibrare la propria vita personale. Risulta tutto molto facile da eseguire e trovare un equilibrio che stiamo cercando tutti noi nella nostra vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 25 = 27