Ansia: cause. Come affrontarla?

Ansia cause. Come affrontarlaL’ansia è una sensazione che non si può definire con facilità. Può capitare a tutti, in qualsiasi fase della vita in momenti difficili che possono essere sia temporanee o che durano più a lungo. L’ansia può essere un fattore passeggero può essere associata anche a delle patologie mentali. La definizione di ansia è abbastanza difficile da ma da spiegare. Chi prova la sensazione di ansia la definisce in tanti modi diversi. Vi sono dei sintomi che sono molto chiari, come ad esempio la mancanza di respiro, il dolore al petto oppure un senso di chiusura dello stomaco, mentre altri sintomi soprattutto quelli che riguardano l’ansia interiore sono molto difficili da spiegare.

L’ansia interna può essere avvertita senza che vi sia un fattore esterno scatenante, oppure si può manifestare con dolori localizzati nell’addome, o nel petto. A chiunque può provare di capitare una crisi di ansia, ma in molti casi è innocuo, e passeggero, e non vi sono particolari sintomi.

Che cos’è l’ansia?

La definizione di ansia è abbastanza difficile da spiegare e vi possono essere molte cause che scatenano l’ansia. L’ansia interiore, che si chiama in psicologia disturbo d’ansia generalizzato può dipendere da disturbi affettivi, quindi variazioni dell’umore, disturbi di tipo depressivo e anche da altri motivi. Però non è detto che chiunque provi dell’ansia abbia dei disturbi che riguardano la depressione o l’umore.

Che cos’è l’ansia?L’ansia temporanea può essere scatenata da molti fattori diversi, che capitano a tutti, e che scatenano lo stress, ad esempio un cambiamento improvviso nel lavoro o nella vita affettiva, un trauma, un incidente, un lutto o un abbandono. Si tratta di un problema che ha delle soluzioni ma che va affrontato con serietà se si accompagna ad altri sintomi. L’ansia interiore può essere associata ad una serie di altri sintomi come la preoccupazione eccessiva, e disturbi a livello psicosomatico come ad esempio l’accelerazione del battito cardiaco, la sudorazione eccessiva, le vertigini, e la mancanza di concentrazione. Esistono poi dei sintomi che riguardano anche le variazioni d’umore, disturbi del sonno e la mancanza di appetito e la sensazione di spossatezza così come la mancanza di energia.

Come si affronta l’ansia? se l’ansia è associata ad una serie di altri sintomi come le patologie mentali, può essere molto utile iniziare un ciclo di terapia presso uno psicoterapeuta, uno psicologo o uno psichiatra che saprà scegliere il trattamento giusto in base ai disturbi.

Come si cura l’ansia?

Il trattamento corretto per l’ansia dipende appunto dal motivo. Esiste poi un tipo di ansia che si scatena in situazioni di stress, può essere molto utile scegliere delle tecniche di rilassamento, come lo yoga, la meditazione, l’attività fisica e anche passare semplicemente del tempo con gli amici.

Le attività che ci piacciono e che sono le nostre passioni abbassano il livello di stress presente nel nostro organismo e quindi l’ansia si quieta. Quando ci si trova in situazioni di ansia, si hanno dei sintomi comportamentali, cioè si cercano delle spiegazioni delle rassicurazioni e delle vie di fuga. Spesso la prima reazione è quella di evitare la situazione che scatena l’ansia. Ciascun sintomo fisico poi ha delle caratteristiche specifiche.

Come si cura l’ansia?Le palpitazioni ad esempio sono molto frequenti nell’ansia ma vanno distinte dalle persone che hanno patologie perché la presenza di un battito irregolare può avvenire anche nelle persone sane. Le palpitazioni possono essere scatenate anche da sostanze come caffeina nicotina e alcool. È importante distinguere i sintomi dell’ansia da quelli di un infarto. L’ansia può portare anche un dolore al torace, quindi difficoltà nella respirazione così come disturbi gastrointestinali tipo reflusso esofageo. Questo perché quando si è in situazioni di ansia il corpo secerne l’adrenalina e per questo motivo il cuore batte più in fretta. Nell’ansia poi è molto frequente la sensazione di non riuscire a respirare normalmente. L’ansia può portare anche disturbi addominali.

È fondamentale riconosce un circolo vizioso dell’ansia, che si chiama la paura della paura cioè, spesso L’ansia può scatenarsi anche semplicemente immaginando il pericolo piuttosto che trovandosi davanti al pericolo reale. In certi casi poi l’ansia è una risorsa importante perché permette di proteggerci dai rischi della vita, di migliorare le prestazioni, di mantenere lo stato di allerta per superare le fasi della vita possono essere momenti stressanti esami o prestazioni importanti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui