Complicazioni dopo la malattia di Lyme: neurologiche, articolari e cardiache

Complicazioni dopo la malattia di Lyme neurologiche, articolari e cardiachePer quelli che non sanno ancora quando si parla di malattia di Lyme, bisogna sapere che è una problematica che viene trasmessa attraverso il morso della zecca che infatti può causare delle complicazioni davvero serie. Questo testo è molto importante proprio per capire quali potrebbero essere le complicazioni dopo la malattia di Lyme. prima di tutto dobbiamo sapere che esse nascono principalmente a causa di un trattamento tardivo e se la malattia non è curata fin dall’inizio. Proprio per questa ragione la malattia di Lyme si può sviluppare e passare in fase cronica lasciando purtroppo dei problemi articolari, cardiaci, neurologici e anche articolari. ma vediamo esattamente di cosa si tratta.

Come si manifesta

Quando si notano già i primi sintomi di questa malattia è giusto andare subito dal medico per poter cominciare un trattamento rapido in modo tale da non entrare in fase cronica e procurarti delle complicazioni. Questo non è una malattia pericolosa se viene infatti trattata in tempo e il problema nasce quando non si riconosce fin dall’inizio e in tal caso subentrano le complicazioni. Ma vediamo quali sono i sintomi che dobbiamo notare per sapere che infatti anche noi magari abbiamo la malattia di Lyme:

  1. La febbre che arriva a 39 o 40 gradi
  2. Mal di gola
  3. Tosse insopportabile
  4. Mal di testa
  5. Vomito
  6. Confusione
  7. Nausea
  8. Sonnolenza
  9. Una debolezza generale
  10. Perdita di sensibilità
  11. Fastidio della luce e suoni
  12. Problemi con la vista

Come si manifestaCome prima cosa possiamo parlare sicuramente delle complicazioni neurologiche che possono causare davvero dei problemi incredibili è una quotidianità e libertà davvero ridotta delle persone che la devono vivere. Purtroppo in questo modo ci sono anche i disturbi del linguaggio, ci possono essere e paralisi dei nervi che si trovano sul nostro viso, impossibilità di parlare normalmente, comunicare con le persone e complicazioni in generale per quanto riguarda le cognizioni, infiammazione del diversi nervi che comunque possono creare solamente dei disturbi ancora più gravi per quanto riguarda dolori articolari. Sicuramente si possono notare dei dolori che influiscono negativamente sui nostri movimenti. Di solito si concentrano nelle spalle, gomiti, ginocchia oppure nelle dita e polsi della mano. Infatti dolori sono davvero incredibili anche se non dovrebbero durare a lungo. Non raramente infatti si sente una rigidità in generale e impossibilità di fare dei movimenti fluidi e articolati.

Quando la malattia di Lyme attacca il cuore

Senza ombra di dubbio il cuore è uno degli organi che riteniamo fra i più importanti che si trovano all’interno del nostro corpo. Proprio per questa ragione quando notiamo qualche sintomo strano siamo sempre preoccupati e conviene andare dal medico. Quello che vi vogliamo dire è che purtroppo anche la malattia di Lyme e le sue complicazioni possono portare anche dei sintomi cardiovascolari nei pazienti in particolar modo che non trattano fin dall’inizio la malattia. In questo modo possiamo parlare di:

  • un battito irregolare in particolar modo accelerato
  • i sintomi che ci possono collegare a questo problema sono sicuramente il dolore nella zona del petto
  • l’impossibilità di fare dei respiri profondi
  • una fatica incredibile anche quando si fanno dei movimenti davvero leggeri
  • gonfiore sugli arti inferiori
  • problema di riposarsi e di dormire in tranquillità

Quando la malattia di Lyme attacca il cuoreProprio per questa ragione è giusto prendere tutti i sintomi sul serio in modo tale da evitare queste cose pericolose e in effetti prendersi cura del nostro cuore che sicuramente non può essere messo al secondo piano. Il cuore è un muscolo che una volta che viene attaccato può avere anche dei danni permanenti che successivamente influenzano in maniera davvero incredibile la nostra vita quotidiana. Ci sono anche altri sintomi che sembrano più che altro attacchi di polmonite come una tosse, forte febbre oppure respiro che uno lo collegherebbe ai problemi con i polmoni non con il cuore e purtroppo dobbiamo capire che anche in questo modo il nostro cuore è giusto prendere qualsiasi sintomo in maniera del tutto seria. Abbiamo visto che la malattia di Lyme da sola non è una malattia molto pericolosa e in 90% dei casi viene tranquillamente curata e senza nessun tipo di conseguenza seria, ma se purtroppo non viene riconosciuta e trattata fin dall’inizio può portare delle complicanze davvero incredibili e che influiscono anche sugli organi importantissimi del nostro corpo rendendoci la vita un vero e proprio inferno. Speriamo che con questo articolo abbiamo almeno avvicinato un pochettino questa malattia anche a voi, che magari potete riconoscere dei sintomi che sono pericolosi e andare subito dal medico. Un trattamento tempestivo è sicuramente la soluzione perfetta per tutte le persone. Può portare solamente dei benefici e il vostro medico di base saprà esattamente che tipologia di test dovete effettuare e vi manderà a fare da altri specialisti proprio per potervi dare una mano d’aiuto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

× 2 = 16