Sovrappeso e obesità ormonale

Sovrappeso e obesità ormonaleTantissime volte succede che sono proprio gli ormoni, aumento oppure diminuzione del loro numero a causare anche i problemi con il nostro peso corporeo. Non raramente le persone infatti soffrono di sovrappeso e obesità che possono portare anche a diverse malattie. Non sempre però le persone sanno che c’è bisogno proprio di testare il livello degli ormoni nel nostro corpo per capire se il livello è giusto e per capire le reazioni chimiche che fanno depositare il grasso nel nostro corpo. Quando parliamo del metabolismo lento oppure veloce, parliamo anche di una cosa che dipende assolutamente dagli ormoni. che sono prodotti dalle ghiandole endocrine, tra le più conosciute sicuramente la ghiandola tiroide e le ghiandole surrenali.

Influenza degli ormoni

Vediamo quali sono gli ormoni che possono influenzare maggiormente il nostro peso:

Influenza degli ormoni

  • Estrogeni e progesterone – sono degli ormoni femminili prodotti nelle ovaie e possono produrre il tessuto adiposo. Durante la pubertà sono in aumento e allo stesso tempo aumenta anche la quantità del grasso corporeo che maggiormente viene intorno ai fianchi e glutei. Durante la menopausa estrogeni diminuiscono e allo stesso tempo aumenta il peso del grasso corporeo. I livelli si possono notare dal sangue e sicuramente la quantità dipende dall’età, dal sesso e dal ciclo mestruale
  • Ormoni tiroidei – vengono prodotti dalla tiroide e sono quelli che regolano tantissime funzioni del nostro corpo e allo stesso tempo influenzano anche il metabolismo. Proprio per questa ragione bisogna controllare molto spesso gli ormoni T3 e T4 per verificare la loro quantità. I problemi con questo tipo di ormoni possono provocare il metabolismo molto lento e le persone subiscono un accumulo di grasso in eccesso ma anche acqua nel corpo.
  • Ormoni surrenali – riescono ad aumentare i livelli di glucosio che si trova dentro il nostro sangue. Proprio per questa ragione anche insulina viene ridotta e risulta molto difficile liberarsi del grasso in eccesso che purtroppo rimane nel tessuto adiposo e nel nostro corpo. Si tratta di un indebolimento del sistema immunitario e le persone molto spesso possono ammalarsi più frequentemente, avere problemi con la pressione sanguigna e problemi con la respirazione. Si tratta di cortisolo che è una secrezione surrenale che viene prodotta sotto stress. Molto spesso si consiglia di effettuare l’attività fisica o qualche sport rilassante che potrebbe aiutare tantissimo a ridurre i livelli di stress ma anche grasso in eccesso.
  • Testosterone – noto anche come ormone maschile che viene prodotto dai testicoli e durante la pubertà riesce a ridurre la massa grassa ma aumenta quella muscolare. Naturalmente con l’avanzare degli anni e dell’età il livello diminuisce, aumentando il grasso corporeo e rallentando il metabolismo.
  • Ormone della crescita – fondamentale durante il digiuno e nel periodi fra un pasto e l’altro. La carenza di questo ormone può causare nei bambini una crescita ridotta e nelle persone adulte purtroppo può influire negativamente sul peso corporeo accumulando il tessuto adiposo specialmente nella zona addominale

Sentirsi affamati o sazi

Sentirsi affamati o sazi

Tanti ormoni possono influire anche sul senso della fame. Vediamo quali:

  • Insulina – molto spesso sono proprio i livelli di insulina a causare problematiche anche con il peso. Di solito viene in eccesso subito dopo i pasti e viene stimolata da parte di acidi grassi che si trovano nel cibo, zuccheri e carboidrati. Convertendo acidi grassi l’insulina praticamente deposita il tessuto adiposo e può capitare anche l’aumento del peso. Oltre questo sicuramente la grande influenza negativa sono uno stile di vita sedentario, le pause troppo lunghe fra i pasti e anche alcuni farmaci oppure stress durante il giorno. Bisogna determinare sempre i livelli di insulina andando in laboratorio e facendo i prelievi del sangue
  • Leptina – quando siamo sazi e abbiamo il senso di pienezza perché abbiamo appena finito di mangiare, questo ormone leptina che colpisce l’ipotalamo dice al nostro corpo che è arrivato il momento di smettere di mangiare. Se abbiamo dei problemi con questo ormone allora anche il nostro segnale e la sensibilità ricettiva purtroppo può essere esposti negativamente in maniera tale che ci fa mangiare in modo eccessivo. Proprio per questa ragione bisogna controllarlo molto spesso per essere sicuri che stiamo mangiando il giusto che serve al nostro organismo. Anche per questo è chiamato anche ormone della sazietà
  • Grelina – risulta essere il contrario della leptina perché chiamato anche ormone della fame. Si tratta degli ricettori che stimolano l’appetito e ci fanno sentire affamati o meno. Subito dopo aver mangiato i livelli di questo ormone diminuiscono e quando invece abbiamo fame e non mangiamo da molto, i livelli di questo ormone aumentano. Quando i livelli sono molto alti può capitare che le persone possono soffrire di problemi come anoressia oppure bulimia e per questa ragione bisogna tenere sempre sotto controllo effettuando dei controlli e test per verificare eventuali anomalie e poterle curare in tempo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

62 − = 52