Intestino tenue: struttura, ruolo, malattie

Di tutto il tratto digestivo, l’intestino tenue è la parte più lunga, è in genere in un adulto è lungo circa 6 m. l’intestino tenue al compito di assorbire gli elementi nutrienti del cibo che passano nel flusso sanguigno, e di diffonderli nell’organismo, utilizzandoli nei processi fondamentali per la sopravvivenza. Vediamo come è fatto l’intestino tenue. L’intestino tenue è situato tra l’intestino crasso e lo stomaco.

Come è composto l'intestino tenue

In generale è lungo fino a 8 metri, ma esiste anche la sindrome dell’intestino corto, in cui l’intestino è lungo 2 m. per poter funzionare correttamente con queste dimensioni così corta però necessario che la valvola di bauhin funzioni correttamente. L’intestino è un tessuto che può rigenerarsi, come testimoniano gli interventi di rimozione sui bambini. L’intestino tenue, ha L’importante compito di evitare che la flora batterica nell’intestino crasso non entri nell’intestino tenue, grazie alla valvola ileocecale. Per questo motivo questa volta è molto importante perché se non funziona correttamente ci può essere una crescita batterica con conseguenti infezioni. I movimenti peristaltici dell’intestino sono delle contrazioni ritmiche, che spostano il cibo.

Come sono fatte le pareti intestinali?

L’intestino ha delle pareti ricche di muscoli e rivestite da una membrana mucosa in cui vi sono molti vasi sanguigni, e ghiandole mucose. L’intestino tenue ha diverse funzioni, tra queste vi è la produzione del succo digestivo. Il succo digestivo, anche chiamato succo intestinale è una soluzione che è composta da cellule epiteliali intestinali ed enzimi digestivi come le proteasi. Le proteasi hanno il compito di distruggere le proteine e di trasformare gli oligopeptidi in amminoacidi. Inoltre l’intestino tenue e deputato alla digestione del cibo. Le proteine sono digerite da chimotripsina e tripsina. Vengono scomposti te la lipasi e i carboidrati, in questo modo tutti i componenti ingeriti con il cibo possono essere assorbiti dal sangue e quindi veicolati in tutto l’organismo a tutte le cellule. Inoltre intestino tenue assorbe le sostanze nutritive. Una parte molto importante dell’intestino tenue è il duodeno. Il duodeno ha la forma di una piccola borsa ed è lungo circa 30 cm.

Come è composto l’intestino tenue?

L’intestino tenue? è diviso in tre porzioni. Partendo dallo stomaco abbiamo il duodeno, il digiuno e l’ileo. L’intestino tenue sfocia nell’intestino crasso. La mucosa che riveste le pareti dell’intestino è ricoperto da una serie di Villi intestinali che assorbono i nutrienti del cibo, e da una serie di pliche circolari che le rendono la superficie più grande. Il duodeno ha una forma di c, ed è molto importante perché elabora la secretina, e la serotonina, oltre ad essere responsabile dell’assorbimento del calcio e del ferro. Il duodeno ha un ruolo molto importante perché riceve le ghiandole che contribuiscono alla digestione del cibo.

Intestino tenue struttura, ruolo, malattie

Nell’intestino si trovano tre tipi di succo, il succo pancreatico cioè prodotto dal pancreas, il succo proveniente dal fegato, che si chiama bile e il succo enterico che viene prodotto direttamente dall’intestino tenue.Il duodeno riceve quindi le secrezioni dell’intestino, del fegato e del pancreas, è crea un liquido che si definisce chilo. L’intestino tenue, come tutto l’intestino è fondamentale per il nostro benessere, appunto che molti sostengono che qui si vi sia il secondo cervello Infatti il sistema nervoso enterico è fondamentale per l’umore e per il benessere psicologico. Il digiuno è più lungo del duodeno perché all’incirca di 2,5 metri, e ha una superficie rivestita di villi e di pliche che permettono di assorbire modo migliori prodotti della digestione.

Il digiuno termina voi con una parte che si chiama ileo, che è lunga circa 3 m e che ospita i processi di assorbimento dei nutrienti che iniziano nel digiuno. L’ileo, nello specifico, assorbe la vitamina B12 e i sali biliari. ​ la parete intestinale è composta di vari strati, di cui la parte più esterna ha la tonaca sierosa, e la parte interna a una tonaca muscolare, che a sua volta a due strati. Lo strato più esterno e più sottile a delle fibre che sono disposte nello stesso​ senso della​ lunghezza dell’intestino. Lo strato interno, invece, ha delle fibre che sono disposte in modo circolare intorno al tubo digerente, e permettono all’intestino di stringersi tramite delle contrazioni. Questi due strati sono collegati da un insieme di fibre nervose che permettono ai muscoli di spingere contenuto dell’intestino verso la parte finale del tubo digerente.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui