Impianto anticoncezionale – come funziona? È sicuro ed efficace?

L’impianto di contraccezione è un metodo contraccettivo innovativo. Si impianta sotto la pelle e protegge da gravidanze indesiderate fino a 5 anni. Questo tipo di impianto di contraccezione non contiene estrogeni, ma presenta anche effetti collaterali e svantaggi e Infatti non è indicato per tutti. ​ l’impianto contraccettivo è reversibile e duraturo, e consiste in una piccola asta che ha l’aspetto di un cerotto, è lungo 4 cm e largo 2 mm. Si impianta sotto la pelle e rilascia il progestinico, un ormone che è presente nell’organismo delle donne nella seconda metà della fase ovulatoria.

Impianto anticoncezionale - come funziona È sicuro ed efficaceL’impianto dura dai 6 mesi a 5 anni permette di evitare le gravidanze indesiderate in modo efficace. Però non è indicato per chiunque, Infatti l’organizzazione Mondiale della sanità ha dato delle indicazioni per il suo utilizzo. Questo tipo di contraccettivo è perfetto per le donne non possono assumere, per vari motivi la pillola anticoncezionale, Ad esempio se hanno la pressione alta oppure il diabete oppure sono a rischio di tromboembolia. Oppure se fumano o se hanno più di 35 anni. ​ Poi, l’impianto contraccettivo rispetto alle pillole non immette estrogeni nell’organismo, è per questo motivo è più sicuro delle pillole. Quindi può essere usato anche alle donne che sono in sovrappeso, o per chi allatta al seno perché non influisce sulla produzione e sulla consistenza del latte materno.

Come si mette l’impianto anticoncezionale?

Questo tipo di impianto si può inserire già un mese dopo il parto, e tra il ventunesimo il ventottesimo giorno per le donne che non allattano al seno. ​ tra il ventunesimo e il ventottesimo giorno per le donne che non allattano al seno. Ma questa è la procedura per inserire l’impianto di contraccezione è simile a quella di un iniezione, perché si impianta all’interno del braccio sotto la pelle con anestesia locale. Le donne che usano il braccio destro avranno un impianto a sinistra e viceversa. Questo tipo di impianto non si vede a occhio nudo, ma si sente al tatto e in questo modo si può toccare per vedere se c’è qualche problema è se funziona tutto.

Come si mette l’impianto anticoncezionaleI medici raccomandano di inserire questo impianto nei primi 5 giorni del ciclo mestruale, in particolare il primo giorno di sanguinamento. Se si impianta in un giorno diverso, bisogna comunque a affiancare un altro metodo contraccettivo per i 7 giorni successivi. L’impianto contraccettivo funziona da 6 mesi a 5 anni, e durante questo periodo vengono rilasciate nell’organismo Dese dosi di progestinico basse, che vengono immesse direttamente nel sangue e poi​ questo modo​ a tutto l’organismo. Questo tipo di ormone previene l’ovulazione, e rende il muco più spesso impedendo gli spermatozoi a raggiungere l’ovulo. Inoltre inibisce la maturazione ciclica dell’endometrio. Dopo 3 o 5 anni l’impianto va tolto e bisogna metterne uno nuovo perché finisce il dosaggio del progestinico.

E alcuni casi l’impianto va sostituito con uno nuovo ad esempio nel caso delle donne obese e anche se hai bisogno degli effetti collaterali come la depressione. Dopo il suo inserimento, l’impianto contraccettivo inizia a funzionare una settimana dopo efficacia di questo metodo contraccettivo supera il 99%, ma comunque ho notato che nessun metodo contraccettivo è efficace al 100%, ma al momento i medici concordano sul fatto che si tratta di uno dei rimedi più efficaci e sicuri per prevenire le gravidanze indesiderate. ​ per rimuovere l’impianto contraccettivo è sufficiente contattare il medico anche prima del tempo stabilito. L’impianto viene rimosso tramite un’incisione nella pelle, la rimozione dell’impianto, e poi si applica una benda che va tenuta 24 ore su 24. In questo periodo la fertilità diventa normale.

Quali sono i difetti dell’impianto anticoncezionale?

Tra i difetti dell’impianto contraccettivo vi possono essere la mancanza parziale o totale del ciclo mestruale, poi mal di testa, perdite vaginali aumento di peso, nausea, tensione alle mammelle acne smalti tumori dolori addominali e diminuzione della libido. Le controindicazioni per l’impianto contraccettivo prevedono malattia epatica acuta, tumori epatici, cancro al seno conclamato o sospetto, la minore età, la tromboflebite, sanguinamento senza cause chiare del tratto genitale e ipersensibilità a qualsiasi componente di questo impianto. ​

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui