Testicoli: struttura e funzioni. Patologie del testicolo

I testicoli maschili sono una parte molto delicata e fondamentale dell’apparato riproduttivo maschile. È fondamentale conoscere la loro struttura, il loro funzionamento, per poter individuare in tempo e curare le eventuali patologie dei testicoli che possono riguardare ad esempio le infiammazioni, il varicocele, e i tumori.

Testicoli struttura e funzioni. Patologie del testicolo

Le caratteristiche del testicoli

I testicoli sono fondamentali innanzitutto perché sono i principali responsabili della funzione riproduttiva, e sono il luogo in cui si produce il testosterone. In media, in un maschio adulto ciascun testicolo ha un peso che varia tra i 10 e i 20 grammi. In generale, il volume corretto dei testicoli in un uomo adulto è tra i 14 e i 25 millilitri. Con il passare dell’età, in particolare dopo i 70 anni i testicoli aumentano il proprio volume di circa il 30 %. I testicoli sono posizionati nello scroto, che è una sorta di sacca e che ha lo scopo di proteggerli. ​I testicoli non hanno la stessa posizione all’interno dello scroto, infatti, di solito quello di sinistra si trova più in basso rispetto a quello di destra. Oltre a produrre gli spermatozoi e gli ormoni maschili, sono fondamentali perché determinano la comparsa dei caratteri sessuali secondari.

Dei caratteri sessuali di cui sono responsabili i testicoli vi è l’aumento della massa muscolare, un timbro di voce più basso, e l’aumento della peluria sul corpo il testicolo è composto principalmente da due elementi, le cellule e i tubuli seminiferi. Le cellule hanno il fondamentale compito di produrre gli ormoni maschili tra cui appunto Il testosterone, e i tubuli seminiferi sono composti da cellule germinali, che hanno il compito di sintetizzare gli spermatozoi, e le cellule di sertoli, che hanno l’importante funzione di regolare la spermatogenesi e di fornire nutrienti. Se si avverte dolore ai testicoli, vi possono essere varie cause spesso che si risolvono in modo veloce, ad esempio urti, abbigliamento troppo stretto, oppure infiammazione. Se invece il dolore è prolungato, in particolare se si allunga anche verso l’inguine all addome è fondamentale rivolgersi a un medico

Le patologie dei testicoli

Il testicolo è poi avvolto da tre tipi di protezioni, che si chiamano tonaca vaginale, tonaca albuginea, e tonaca vascolare. Uno speciale muscolo situato in questa zona permette di regolare la temperatura interna, facendo contrarre il sacco scrotale quando fa freddo e facendolo rilassare quando fa caldo. I testicoli hanno due funzioni principali, la produzione di ormoni maschili, e la produzione di spermatozoi. Le tipologie che possono colpire i testicoli sono varie, possono comprendere la disfunzione erettile, la ginecomastia, e altre patologie più gravi come i tumori. La disfunzione erettile riguarda principalmente l’impossibilità di mantenere un’erezione, duratura o temporanea, che può puoi anche trasformarsi in infertilità maschile se nonostante la possibilità di avere un’erezione c’è l’impossibilità di concepire.

Le patologie dei testicoli

La ginecomastia invece è un aumento del volume delle mammelle maschili. Anche se non riguarda direttamente i testicoli, questa patologia può dipendere dai testicoli. I tumori del testicolo invece, possono essere di vario tipo, e possono colpire persone di tutte le età, in particolare i giovani. ​ Altre patologie possono riguardare il testicolo retrattile, cioè che non rimane in sede ma sale e scende, la torsione del testicolo su te stesso, e la varicocele, che consiste in una dilatazione anormale delle vene testicolari. Vi possono essere varie patologie benigne che colpiscono i testicoli. Ad esempio, un’anomalia molto frequente nei bambini riguarda una discesa incompleta o assente dei testicoli nello scroto. Questa patologia si chiama criptorchidismo.

In base alle patologie del testicolo esistono varie terapie. Il criptorchidismo si risolve da solo in genere se si presenta in età pediatrica, invece se si presenta più avanti si può intervenire con una terapia a base di ormoni o con l’intervento chirurgico. Il testicolo retrattile si risolve in genere spontaneamente, e invece la torsione dei testicoli si risolve con un intervento chirurgico. Anche la varicocele, se non si risolve spontaneamente e se non passa con gli antidolorifici, può prevedere un intervento chirurgico. Per ciò che riguarda il tumore ai testicoli, in fase iniziale si può risolvere con un intervento chirurgico che prevede poi a seconda dei casi radioterapia o chemioterapia. L’esame più indicato e il meno invasivo per garantire un buon funzionamento dei testicoli è l’ecografia testicolare, che è molto utile per valutare il volume è la forma dei testicoli e anche informazioni importante sulla loro struttura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui