Infiammazione della vescica – prevenzione e trattamento

Quali sono i fattori di rischioLa vescica è un organo molto importante del nostro corpo è pertanto è importante controllarlo per prevenire le infiammazioni e diagnosticarle in fretta. L’infiammazione più frequente della vescica è la cistite. In generale, Le donne sono quelle più sottoposte alla cistite. La cistite è un’infiammazione che infatti è abbastanza comune che può avere varie cause. I sintomi principali dell’infiammazione della vescica riguardano un bruciore durante la minzione, e la necessità di andare in bagno molto spesso anche se non si beve. questi sintomi non vanno trascurati, perché se non curati in tempo possono portare anche ad infiammazione ai reni o agli organi di riproduzione.

Quali sono le cause della cistite?

Tra le cause dell’infiammazione alla vescica, spesso vi è un fattore anatomico, la cistite colpisce principalmente le donne perché rispetto agli uomini, l’uretra è più breve per questo motivo i microorganismi che sono presenti nelle zone circostanti possono avere accesso al tratto urinario e quindi causare le infiammazioni. Vi sono vari fattori poi che contribuiscono a creare l’infiammazione alla vescica e tra quelli vi possono essere la clamidia, lo stafilococco, la gonorrea. La maggior parte delle cistiti però è causata da un batterio che si chiama escherichia coli, che risiede nel tratto digestivo. Si tratta di un batterio che passa nella pelle tra l’ano e la vagina, e può entrare velocemente verso l’uretra, moltiplicandosi e causando quindi poi l’infiammazione. Se l’infiammazione non è curato in modo tempestivo questa si può trasferire ai reni.

Quali sono i fattori di rischio?

Vi sono diversi fattori di rischio che portano all infiammazione della vescica, Ad esempio la vescica si infiamma più frequentemente in estate, perché si resta con il costume bagnato, oppure ci si veste troppo leggeri in inverno e in questo modo i reni sono esposti. La cistite si prende anche con rapporti sessuali non protetti, e anche quando si indossano degli abiti troppo aderenti o della biancheria intima in fibra sintetica. I materiali sintetici, a differenza del cotone, impediscono la traspirazione, provano surriscaldamento e sudorazione per questo motivo si crea l’ambiente ideale per la proliferazione dei batteri. Inoltre utile evitare prodotti cosmetici troppo aggressivi, come ad esempio quelli profumati, e bisogna sempre proteggersi quando si utilizzano i servizi igienici pubblici. È utile tenere presente poi che l’infiammazione alla vescica si verifica soprattutto in gravidanza e durante e dopo la menopausa. Durante la gravidanza, il tratto urinario è vulnerabile e può essere colpito da infezioni, perché a causa della presenza del feto e del bambino, l’uretra e la vescica sono più grandi e per questo motivo I batteri possono migrare più velocemente.

Infiammazione della vescica - prevenzione e trattamento

Inoltre l’utero che è più grande effettua una compressione sul tratto urinario e per questo motivo l’urina può ristagnare nella vescica creando le infezioni. Per quanto riguarda le donne dopo la menopausa, anche queste sono più esposte all’infiammazione della vescica perché l’organismo produce una quantità minore di ormoni femminili, e per questo le mucose delle zone intime sono meno idratate e più sottoposte alle irritazioni. Per curare la cistite con metodi casalinghi, è molto utile bere tantissima acqua, più o meno 3 litri al giorno e se possibile acqua minerale. L’acqua permette ai batteri di non fermarsi nelle zone urinarie. Il succo di limone, il melograno, la mora e il mirtillo poi sono molto utili perché grazie alla vitamina C contenuta in questi frutti si blocca la proliferazione dei batteri. Sostanze come l’alcool, il caffè e te sono invece irritanti per la vescica e quindi andrebbero assunti con moderazione.

Può essere poi molto utile bere tisane diuretiche, ad esempio a base di ortica o di tarassaco per che alleviano i sintomi dell’infezione. Poi in caso di dolore al basso ventre può essere utile una borsa di acqua calda perché migliorando la circolazione del sangue infezione sparisce prima. Può essere poi utile anche fare dei semicupi con acqua calda e una miscela di erbe come achillea, salvia e camomilla. Durante l’infezione poi si consiglia di limitare i rapporti sessuali poiché causano dolore. Qual è il trattamento per l’infiammazione alla vescica? Se dopo tutti questi rimedi i sintomi persistono, e se si associano altri sintomi come vomito, dolore ai reni, febbre o secrezioni purulente, è importante recarsi dal medico che farà un analisi delle urine e poi sceglierà la terapia più indicata. In generale, la cistite si risolve con gli antinfiammatori, in casi più gravi invece può essere necessario un antibiotico, da prendere secondo le prescrizioni del medico. Non interrompere la terapia antibiotica per prevenire il rischio di infezione ai reni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui