Epilessia: cause, sintomi e trattamento

Epilessia cause, sintomi e trattamentoConvulsioni, perdita della coscienza, rilassamento del corpo – tutto ciò non è altro che il sintomo di epilessia. Purtroppo al mondo esistono tantissime varietà di questa malattia e anche gli attacchi sono completamente diversi da un individuo all’altro. Ci sono quelli che durante l’attacco rimangono quasi 10 minuti con delle condizioni davvero preoccupanti, e ci sono quelli che durante l’attacco non fanno notare nemmeno all’ambiente cosa sta succedendo.

In questo articolo vogliamo farvi capire che tutti quelli che soffrono di epilessia possono comunque condurre una vita normale. Il successo delle cure è molto alto, ma vediamo esattamente quali sono i sintomi, come ci si deve comportare e come trattare questo tipo di malattia.

Come si manifesta

Come si manifestaParlando dell’epilessia si deve sapere che si tratta di una malattia neurologica ed è stato notato che più frequentemente capita nell’infanzia cioè nei bambini molto piccolini. Anzi, più del 70% delle diagnosi capita prima dei 19 anni. Tutto ciò non vuol dire che non può capitare anche nelle persone grandi, infatti può capitare a qualsiasi età e non raramente capita sia agli uomini che alle donne. Ma cosa succede esattamente quando arriva un attacco di epilessia? Capita che le cellule nervose ossia i neuroni che si trovano nel nostro cervello vengono disturbati in un certo momento. Praticamente si spengono e nostro corpo manda i segnali in modo tale da farci avere l’attacco. Sicuramente non è facile vivere con una malattia del genere. Non solo desta molte preoccupazioni ma allo stesso tempo aumenta anche l’ansia per quelli che la devono vivere. Quando i neuroni vanno in corto circuito le crisi epilettiche mandano delle scariche sul corpo del malato. Tutto ciò può far notare dei cambiamenti temporali che possono variare da 30 secondi fino a 10 minuti. Purtroppo ci sono anche le persone che è a volte hanno l’attacco che dura più di 10 minuti e in quel momento c’è anche molto da preoccuparsi perché ci possono essere delle lesioni al cervello. Vediamo un attimino quali sono i sintomi:

  • prima di tutto perdita di coscienza – ma persona non se ne rende conto neanche cosa sta succedendo intorno. Come se si spegnesse in quel certo momento
  • a volte può capitare lo svenimento
  • isolamento – a volte i pazienti solamente smettono di fare quello che stavano facendo e con gli occhi aperti rimangono a fissare un unico punto
  • capitano anche delle convulsioni
  • a volte durante l’attacco il corpo si rilassa in maniera del tutto incredibile lasciando i muscoli come se non funzionassero
  • capita anche la schiuma che viene alla bocca
  • i pazienti a volte si mordono la lingua
  • si può urinare in maniera non controllata

Quali sono le cause e come curarla

Epilessia è una malattia abbastanza misteriosa siccome ce ne sono anche delle diverse varietà. Non è ancora stata approfondita e studiata in maniera completamente efficace. Può essere una cosa ereditaria da parte dei genitori ma lo stesso tempo può capitare alle persone che hanno avuto dei problemi con diverse malattie come quella di Alzheimer, ictus oppure le lesioni al cervello. Quello che si deve fare una volta che si verifica l’attacco è:

  • stare sempre vicino alla persona e comunque mantenere la calma
  • metterla magari di fianco in modo tale da evitare il soffocamento
  • stare attenti che la persona non possa battere la testa e farsi del male
  • verificare la durata dell’attacco e se supera 10 minuti contattare il medico in modo tale da non fare delle lesioni al cervello
  • non mettere mai niente in mezzo al denti della persona
  • una volta finito tutto lasciarla riposare e riprendere con calma perché non raramente dopo l’attacco i pazienti si sentono molto stanchi

Quali sono le cause e come curarla

Per avere una diagnosi giusta bisogna andare prima di tutto da un medico neurologo. Vi farà effettuare dei diversi test fra i quali sicuramente un elettroencefalogramma che può far vedere se ci sono delle lesioni al cervello. Oltre questo anche la risonanza magnetica e saranno ascoltate le testimonianze delle persone che stanno intorno ai pazienti. Esse sono molto utili per poter verificare la varietà dell’epilessia. Ma cosa può aggravare e scatenare l’attacco epilettico?

  1. Prima di tutto come abbiamo detto le lesioni alla testa
  2. Forte stress, ansia, le emozioni
  3. Non raramente anche la stanchezza e la mancanza di sonno
  4. In generale bisogna evitare sforzi fisici in modo tale da mantenere il corpo sempre vigile
  5. Ipoglicemia
  6. Improvvisi stimoli che provengono dall’esterno e possono alterare la nostra visione oppure sistema uditivo

In ogni caso le cure sono farmacologiche e si può dire senza ombra di dubbio che sono abbastanza efficaci. Le persone che le utilizzano possono condurre vita abbastanza normale e l’importante è non farsi prendere dal panico perché il panico non porta da nessuna parte. Epilessia è una malattia che hanno tantissime persone al mondo. Se tenuta sotto controllo e se curata in maniera adeguata non può portare nessun tipo di problema alle persone. Il trattamento moderno e quello che non crea dipendenza, non ha effetti collaterali, ne controindicazioni. La ricerca scientifica sta adeguando sempre di più le soluzioni in modo tale da migliorare la vita delle persone che purtroppo devono convivere con questo tipo di disturbo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

29 − 19 =