Calli e duroni: una condizione piuttosto fastidiosa

Calli e duroni una condizione piuttosto fastidiosaMetodi per prevenirli e curarli

Tutti abbiamo, almeno una volta nella vita, sperimentato il fastidio, spesso pungente, causato da qualche callo alle mani o ai piedi. Ma di cosa si tratta veramente? Esistono dei modi per poter prevenire queste fastidiose lesioni? E una volta che la pelle si è lesionata, che possiamo fare per aiutarla a guarire?

Cosa sono i calli?

I calli sono delle lesioni della pelle che compaiono tendenzialmente in tre punti: sulle mani, sui piedi o fra le dita. In un individuo sano, indipendentemente dall’età, i calli si sviluppano perché l’epidermide è sottoposta a pressioni e sfregamenti superiori alla norma e assumono contorni tondeggianti, dall’aspetto ceroso e traslucido, mentre al tatto sono ruvidi e rugosi. Normalmente il loro sviluppo non comporta dolore, ma se i calli nascono in specifiche zone del corpo, allora possono arrivare anche a compromettere la postura della persona.

Cosa sono i calli

È possibile distinguere i calli a seconda della ragione per cui essi si sviluppano: possiamo avere, infatti, calli da attrito e calli da malattia. Nel primo caso la pelle si lesiona perché non riesce a resistere bene alle pressioni esercitate su di essa.  Nel secondo caso alla base delle lesioni dell’epidermide si avrà una qualche forma di patologia, più o meno grave, per cui i calli altro non sono che “semplici” sintomi.

Come prevenire i calli

Se per quanto riguarda la prevenzione dei calli da malattia c’è normalmente poco da fare a priori (a parte curare la patologia alla base dello sviluppo di queste lesioni), ben diverso è il discorso che riguarda i calli da attrito.

Come prevenire i calli

Tra i primi consigli che è bene sempre tenere a mente per prevenire la formazione dei calli possiamo sicuramente annoverare l’uso frequente di creme idratanti e nutrienti, in maniera tale da contribuire a mantenere elastica quanto possibile la pelle di mani e piedi. Per quanto riguarda i calli delle mani, è consigliabile anche proteggere questa parte del corpo con l’uso di guanti prima di fare lavori che possono risultare “stressanti”, come per esempio il giardinaggio o l’uso di particolari solventi o detersivi.

Per quanto riguarda i piedi, il discorso si fa un po’ più complicato, perché normalmente questa parte del corpo viene spesso trascurata. Ovviamente è necessario tenere sempre i piedi ben asciutti e puliti, avendo cura di indossare calzini di cotone senza cuciture rigide. È buona norma calzare scarpe comode, possibilmente fatte con materiali traspiranti e senza indossarle per troppo tempo, con l’aiuto di plantari morbidi o cerottini per evitare inutili attriti e pressioni. L’ultimo consiglio per la prevenzione dei calli ai piedi è questo: non camminate scalzi.

Come trattare i calli

Nella maggior parte dei casi i calli nelle persone sane sono normalmente indolori e scompaiono da soli eliminando la fonte dell’attrito e/o della pressione sulla pelle, magari con l’aiuto di qualche rimedio della nonna. Se, però, il dolore si fa particolarmente acuto e non passa, allora è meglio rivolgersi a un podologo nel caso di calli o duroni ai piedi, o un dermatologo per quelli alle mani.

Come trattare i calliTra i primi rimedi fai-da-te per curare questo genere di lesioni troviamo sicuramente il pediluvio, un vero e proprio bagno in cui i piedi vengono immersi in una soluzione di acqua calda e altre sostanze. Normalmente possono essere disciolti sali (va bene sia il classico sale grosso da cucina che i sali di Epsom), la camomilla o il bicarbonato di sodio.

Molto utili possono anche essere degli impacchi da applicare sul punto della lesione. Un esempio può essere una fetta di pane imbevuta di aceto (di vino o di mele), applicata con una fascia morbida, lasciando agire a lungo. Un altro impacco molto utile è quello con farina di riso e succo di limone da applicare overnight.

Esistono poi degli strumenti che possono aiutare a rimuovere le cellule della pelle in eccesso, come la pietra pomice o il rasoio per calli, specie dopo i benefici effetti di impacchi e pediluvi. È però consigliabile sempre applicare, dopo l’utilizzo di questi attrezzi e specialmente in presenza di patologie come il diabete, delle creme topiche ad azione antibatterica per limitare il rischio di eventuali infezioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui